L’etichetta mobile-friendly influenzerà la ricerca su Google

Google inizierà a utilizzare le applicazioni indicizzate e la sua etichetta “mobile-friendly” come fattori di ranking per i risultati della ricerca.

Google ha annunciato due modifiche che influenzeranno i risultati di ricerca. La ricerca Google sta infatti cominciando a prendere in considerazione le applicazioni e i siti indicizzati che lui etichetta come “mobile-friendly”.

Google sta sperimentando l’indicizzazione di app da anni, con i primi risultati che mostra già nel Dicembre 2013. Ora utilizzerà le informazioni da applicazioni indicizzate come un fattore di ranking, ma solo per gli utenti che hanno dato l’accesso alle app.

Questo significa che dalla ricerca di Google possono emergere in maniera più evidente i contenuti delle applicazioni indicizzate, i contenuti verranno mostrati all’interno delle applicazioni installate sul dispositivo mobile.

mobile-friendly

Già nel mese di novembre, Google ha iniziato a etichettare i siti come “mobile-friendly” per indicare quelli che sono ottimizzati per i telefoni. Ora, l’azienda sta cercando di usare questo come fattore classifica, ma solo nelle ricerche mobili. Eppure, questo influenzerà tutte le lingue in tutto il mondo, e la società si aspetta che “avrà un impatto significativo nei nostri risultati di ricerca.”

Google dice che il cambiamento è entrato in vigore già a Febbraio 2015.

È probabile che non si vedranno gli effetti per alcuni mesi; tuttavia la ricerca varierà in base a cosa state cercando e quanto spesso lo cercate.

Se sei uno sviluppatore di app, è possibile saperne di più su come indicizzare le app sulla pagina Google Developers e c’è anche una guida step-by-step.

Per i vostri siti web invece, è possibile assicurarsi di avere un sito mobile-friendly controllando la guida introduttiva per dispositivi mobili, testare le proprie pagine con il mobile-friendly-test ed controllando una lista completa di problemi di usabilità usando il rapporto di usabilità mobile.

In breve, Google sta avvicinando apps , cellulari e la rete con questo cambiamento di ranking. Allo stesso tempo la compagnia sta aiutando gli sviluppatori e i web masters a migliorare le loro offerte , ricavando ancora più dati riguardo a come e dove gli utenti accedono alle informazioni.