Scopri come migliorare la SEO nel content marketing

Strategie SEO nel content marketing

Oltre a saper scrivere un’headline incisiva, coloro che scrivono contenuti per il web devono avere un rapporto speciale con la SEO. Questo per un motivo ben preciso: sul web non si scrive solo per l’utente finale ma anche per il motore di ricerca. La linea che divide l’utente ed il motore di ricerca è davvero sottile ed il web writer dev’essere in grado di pianificare delle strategie accurate per migliorare la SEO nel content marketing.

Fare (bene) SEO nei propri post o nel copy dei siti web, aiuta l’utente finale a trovare più facilmente ciò che scriviamo, permettendoci di attirare la sua attenzione, fidelizzarlo e trasformalo in un possibile cliente. Fare male SEO nel content marketing potrebbe però provocare l’effetto inverso e quindi allontanare i nostri contenuti da chi li sta cercando. Per questo è necessario seguire delle linee guida per sapere cosa è giusto fare e cosa assolutamente si deve evitare nella creazione dei contenuti sul web.

Individuare il target di riferimento

È sempre importante capire per chi stiamo scrivendo e perché gli utenti dovrebbero diventare dei nostri lettori. Prendiamo il sito di un centro estetico in esame: tra le sue pagine, leggeremo la storia del negozio, i servizi offerti, le promozioni del mese e i prodotti disponibili. Dopo aver fatto un’attenta analisi delle keywords più ricercate nell’ambito dei centri estetici, quando applicheremo le nostre strategie SEO nel content marketing, non andremo a parlare di quanto belli siano i prodotti o i trattamenti, ma piuttosto forniremo degli spunti necessari ai lettori; scriveremo di come imparare a prendersi cura del proprio corpo, di quali alimenti prediligere per una vita più sana, del movimento che è possibile fare pur non avendo un abbonamento in palestra e così via. In questo modo, il contenuto acquisirà molto più valore e avrà più possibilità di raggiungere gli utenti sul web.

target-seo-content-marketing-gsite

Produrre dei contenuti semplici da leggere

L’utente medio deve avere la possibilità di comprendere in modo semplice e veloce il contenuto che sta per leggere. Un punto chiave per migliorare la SEO nel content marketing sta nello scrivere in modo semplice, chiaro e conciso. È inutile aggiungere dettagli irrilevanti o frasi che servono a condire il post, si finirebbe solo con l’annoiare il lettore. Un articolo ben strutturato e conciso, sarà piacevole sia da leggere che da condividere.

Title, description e ottimizzazione on-site

Per fare SEO nel content marketing, non è fondamentale conoscere il codice HTML ma è consigliato conoscerne le basi. La creazione di un sito web responsive è fondamentale per una migliore indicizzazione. Un sito che non si adatta ai diversi device, può avere i contenuti migliori del mondo ma non sarà mai indicizzato adeguatamente. Se il nostro sito rispetta questo parametro, possiamo passare ad inserire le nostre keywords di riferimento nel tag title e nella meta description. Inoltre, il tag meta description è un’importante opportunità per creare engagement. Scriverlo personalizzato ed accattivante, ci aiuterà a incuriosire l’utente nel visualizzare il nostro post. Attenzione a non esagerare con la ripetizione delle keywords: lo stuffing è dietro l’angolo ed i motori di ricerca sono pronti a spedirci in fondo alle SERP in pochi giorni.

responsive-seo-content-marketing-gsite

Non pagare per i backlinks

Nonostante il web sia pieno di persone che sconsigliano l’acquisto di backlinks, c’è ancora gente che ne compra. I motori di ricerca non sono stupidi: se da un giorno all’altro il sito in esame passa da 10 backlinks a 10000, Google & company non ci metteranno molto a capire che li avete presi in giro (maggiori info sulle linee guida di Google).È meglio metterci più tempo, fare un lavoro più lungo ma ottenere dei risultati migliori e stabili, piuttosto che ingannare il cliente per pochi giorni.