Shop the look, la nuova feature di Google

Che Google voglia piano piano conquistare il mondo, ce ne eravamo accorti già da un bel po’. In fatto di conquiste, attualmente sta testando un nuovo modo di guadagno per lui e una nuova possibilità per gli utenti, includendo i settori ecommerce, social e pubblicitario. Come? Con Shop the Look! Grazie a TechCrunch, un famoso giornale online sempre attento a queste ultima novità, siamo venuti a conoscenza di questa grande feature in fase di test in America.

Cos’è Shop the Look

La categoria privilegiata in questa new entry di Google è indubbiamente quella dei fashion blogger e degli influencer di moda, che difficilmente riescono ad indicizzare bene i propri outfit sul motore di ricerca. Utilizzano molto il mondo dei social però, pubblicando costantemente nuove immagini che li ritraggono indossare capi all’ultima moda o accessori in grado di rivoluzionare un intero look. Come fare per estrapolare quelle preziose informazioni e restituirle anche agli utenti di Google? Proprio con Shop the Look!

Il funzionamento è molto semplice: quando un utente ricerca su Google un particolare outfit, gli viene restituita una serie di immagini provenienti dai più famosi indossatori del web. Ma non è tutto!

Cliccando sull’immagine prescelta, Google restituirà all’utente i singoli pezzi che compongono l’outfit, con tanto di prezzo e link allo shop! Ovviamente, le immagini verranno mostrate sotto forma di annunci pubblicitari, sfruttando proprio le campagne shopping presenti su AdWords.

 

Shop the Look B2B
Credits: AdWords

 

Un metodo innovativo che riunisce advertising, ecommerce e social media. Un’unione possibile grazie anche a diverse piattaforme che permettono proprio ai fashion blogger di guadagnare attraverso la loro partnership con determinati brand. E cosa più importante di tutto, l’utente è sempre al centro dell’attenzione. Infatti, tramite questa nuova feature, agli utenti viene fornita una user experience coi fiocchi, una risposta immediata alle loro richieste.

Beh, Google, che dire… Chapeau! Nel frattempo rimaniamo in attesa che questa nuova feature venga rilasciata anche nel nostro paese.