Social Media per le aziende: tre consigli per non perdere tempo (e denaro)!

I social media sono gratuiti e disponibili a tutti (o così sembra), ma ci sono tre errori molto comuni che possono far perdere molto tempo e denaro alle aziende.

Social Media e Aziende: astenersi perditempo

Sai di cosa vuoi parlare sui social media?

Quando un’azienda decide di posizionarsi su un social media può perseguire diversi obiettivi, non sempre legati direttamente al social media marketing. Alcune aziende li usano per far conoscere i propri prodotti, è vero. Altre per far conoscere l’azienda stessa: la sua storia, il modo di lavorare, i suoi valori.

I social media sono un modo incredibile per amplificare la portata delle azioni di sponsorizzazione e sostegno delle attività del territorio, raggiungendo così grandi numeri di persone, molte di più di quelle che partecipano all’evento sportivo o culturale pubblicizzato.

Infine, ci sono aziende che li usano per intrattenere e far divertire la propria platea, senza alcun riferimento alla propria attività o prodotto. Non ci credete? Provate a trovare la foto di una lattina sulla pagina di Red Bull (43 milioni di fan). Un perfetto esempio di come si possa rafforzare la propria immagine semplicemente legando il proprio nome ad un’idea (in questo caso tutto ciò che è estremo e… ti mette le ali!)

I social media sono conversazioni: avere ben chiaro cosa si vuole dire è sicuramente il primo passo per un posizionamento efficace e apprezzato dagli utenti.

 

Ricicla il tuo marketing!

Non poche aziende fanno l’errore di pensare di dover produrre ex-novo tutto il materiale da pubblicare sui social, investendo così moltissimo tempo (e denaro) nell’ideazione e realizzazione grafica di centinaia di contenuti.

Se è vero che ogni canale social ha il suo linguaggio specifico, le sue particolarità grafiche e regole di comunicazione è altrettanto vero che il materiale prodotto con cura negli anni non merita di essere semplicemente accantonato: si tratta solo di trovare il posto giusto dove… riciclarlo!

Hai investito moltissimo in brevi video di presentazione da usare durante le fiere e i meeting? Il tuo canale preferenziale sar Youtube o anche Vimeo.

Hai un catalogo con foto professionali di altissimo impatto visivo? Non puoi mancare su Pinterest, dove viene premiato chi ha grandi quantità di fotografie di alta qualità, o su Instagram dove la comunicazione visiva è tutto.

Hai delle fantastiche presentazioni che usi quando devi far conoscere i tuoi prodotti o la tua azienda? SlideShare non aspetta altro!

Rimettere a frutto la tua comunicazione di marketing tradizionale scegliendo il social giusto può aiutarti a raggiungere e rafforzare anche quei canali di comunicazione che a prima vista sembrano più lontani dalle tue abitudini comunicative. Youtube si integra perfettamente con Facebook ed è di fatto un’estensione di Google Plus. Instagram e Twitter sono grandi amici mentre SlideShare può dare un grandissimo impulso al tuo profilo LinkedIn.

Su quale social media i tuoi clienti stanno parlando di te?

Lo so che stai pensando “vado su Facebook che tanto lì ci sono tutti e poi faccio una comunicazione mirata per creare una community in target”. E lo pensi perché te l’ho detto io e intanto ti chiedi cosa possa mai essere una community. Sicuramente questa strategia funziona – altrimenti mica te l’avrei consigliata, no? Ma se ti dicessi che, proprio per il tuo tipo di azienda, servizio o prodotto, ci sono già delle community belle e pronte solo che sono su un altro social? E che magari stanno già parlando di te…

Un recente ricerca diffusa da Marketing Pilgrim attesta che nel mondo 107 milioni di utenti sono presenti su almeno due Social Network. Di questi il 73% è iscritto a tre piattaforme, il 56% a quattro. C’è addirittura un 23% con 7 account differenti – io sono una di loro. Social differenti per poter parlare dei diversi argomenti di interesse.

Diversi social media per diversi argomenti

Fonte Ipg Lab

Per questo un’analisi preliminare delle fonti, dei temi chiave, dei competitor, insomma fermarsi un attimo ad ascoltare le conversazioni già in corso sui social possono aiutarti a trovare il posto giusto per essere ascoltato.

 

Non perdere tempo: decidi di cosa vuoi parlare, rimetti a frutto i tuoi vecchi investimenti pubblicitari e porta tutto ai tuoi clienti!