Social Media in Ticino: le nuove tendenze per il 2015

Quali sono state le novità più importanti del 2014 sui social media e come si comporteranno i brand nel 2015?

Circa un quarto degli abitanti del mondo sta usando uno o più canali social media in questo momento: un dato che nessuna azienda – che abbia aspirazioni locali o globali – può ignorare: sarebbe come fingere che la televisione non abbia avuto la meglio sulla radio.

Facebook, youtube, instagram, pinterest, twitter: entrano nel linguaggio delle famiglie e nelle aziende come presenza quotidiana.

Proprio la grande partecipazione degli utenti ha dato una forte spinta allo sviluppo delle piattaforme e alle modalità di partecipazione creando nuovi modi di comunicare: quali sono state le tendenze più importanti del 2014 e dove ci porterà il prossimo anno?

L’azienda non presenta più i prodotti, ma parla dei clienti.

Le campagne social vincenti di quest’anno sono state quelle che hanno messo al centro i clienti e le loro vite e storie personali: si pensi a Coca Cola (#shareacoke, con le bottiglie personalizzate con il nome) e Nutella (#nutellaseitu in cui è possibile personalizzare le etichette).

Sono poi gli stessi clienti a creare direttamente da casa loro la campagna pubblicitaria, inondando il web di foto del prodotto, più o meno artigianali e divertenti:

social media - shareacoke

nutella social media nutellaseitu

Il social media è sempre più mobile!

Il 99% del territorio svizzero è coperto dalla rete dati mobile (Edge, 2G e Hspa) e ben il 94% con internet superveloce 4G / LTE: ma non c’è bisogno di citare questi dati per dimostrare quello che è sotto gli occhi di tutti:

social media alla fermata del bus

Che ripercussioni ha sulle strategie di utilizzo dei social media? Innanzitutto cambiano gli orari: se fino a qualche anno fa il maggior flusso di utenti si aveva durante l’orario di ufficio adesso è possibile raccogliere fasce molto ghiotte di utenti che utilizzano i mezzi pubblici la mattina presto, oppure la sera.

Oltre a questo, utilizzare la piattaforma nella versione mobile significa essere meno disponibili a cliccare sui link in uscita verso i siti – soprattutto se questi non sono responsive – cioè ottimizzati per essere raggiunti da telefono e quindi rallentano la navigazione e consumano il pacchetto dati dell’utente.

Le immagini vincono sulle parole e le applicazioni e i video diventano sempre più brevi ed incisivi: tutto si muove più velocemente quando a muoversi sono le persone!

Velocità e interazione: nelle strategie per i social media del 2015 non dovrà mancare il divertimento!